Cosa fare a New York City in 5 giorni – Tappe e idee: il programma completo di ESTERofili!

Una megalopoli ricca, strapiena di realtà interessanti, nuove, alla moda, di tendenza, curiose, strane, fighissime!
A quelle meno cool non abbiamo il tempo di pensare, perché sto per proporvi il nostro programma, studiato e sperimentato personalmente per imparare a conoscere new York City in 5 giorni, trovando il compromesso fra l’approccio turistico e la curiosità di chi ama approfondire la vita locale!

New York city in 5 giorni
New York city in 5 giorni

Per i puristi, quelli per cui visitare una città significa spostarsi a piedi, consiglio di scendere a compromessi con la realtà di Manhattan, ovvero avvaletevi della metropolitana (se non vi sgomenta pedalare la bicicletta è una valida alternativa)! E’ sicura, ultrarapida e onnipresente. Consentirà di dedicare il pochissimo tempo a disposizione non agli spostamenti ma solo alle mete prescelte: in meno di una settimana è fondamentale sapere prima della partenza quali sono le priorità e buttar giù una lista di ciò che non vorrai sicuramente perderti!
Non preoccuparti, camminerai comunque tantissimo 😉

Quindi, che sia o meno la tua prima volta in quest’angolo di mondo, scarpe ultra comode, sfrutta il fuso orario, tanto qui tutto funziona agli orari più impensabili.

Pronti, attenti, via!

VAI ALL’ARTICOLO >>> WELCOME TO NEW YORK…DOVE LA DIVERSITA’ NON ESISTE!

Grand Central Station
Grand Central Station

GIORNO 1

GROUND ZERO

One World Trade Center: noto anche come Freedom Tower. Inaugurato di recente, è il primo dei 5 grattacieli del progetto di ricostruzione di quest’area ad essere stato ultimato. E’ uno dei più alti al mondo ed ospita nella sua vetta l’osservatorio da cui si può ammirare la città a 360° . È possibile acquistare i biglietti online, a seconda del periodo in cui viaggerai, ti consentirà di evitare eventuali attese in coda.

New York city in 5 giorni: The Freedom Tower
New York city in 5 giorni: The Freedom Tower

National September 11 Memorial & Museum: per accedere al museo  basta raggiungere il parco dove protagoniste sono le due vasche sorte sulle fondamenta delle Torri Gemelle. E’ una realizzazione architettonica impressionante tanto è grande, bella e inquietante, regala emozioni forti e induce spontaneamente al silenzio, al rispetto per le migliaia di vite che proprio lì sono state inghiottite.

VAI ALL’ARTICOLO >>> Ground Zero, 9/11 Memorial

St. PAUL CHAPEL

La più antica chiesa di Manhattan ancora in piedi, datata 1776, costruita in stile georgiano, sorprendentemente rimasta illesa durante l’attacco dell’ 11 Settembre. E’ entrata nel cuore di tutti diventando luogo di accoglienza per i volontari che soccorrevano le vittime dell’attentato.

FINANCIAL DISTRICT

Trinity Church: proseguendo in direzione sud, tra la Broadway e Wall Street, l’elegante chiesa di confessione episcopale. Nel cimitero adiacente, dalle lapidi in pietra sconnesse, in forte contrasto con la modernità dinamica del distretto, sono sepolte molte personalità di spicco, tra cui Alexander Hamilton, uno dei padri fondatori degli Stati Uniti.

Stock Exchange: lasciandoti la Trinity Church alle spalle prosegui per poche decine di metri ed ecco la prossima tappa imperdibile, lo Stock Exchange. Poco più avanti sosta sognante al bellissimo grattacielo che ospita il negozio di Tiffany & Co. Non si sa mai!!! 😉

Wall Street: percorrendo l’intera via raggiungi il FDR DRIVE, ovvero la splendida passeggiata lungo fiume che va da Battery Park all’altezza del Ponte di Brooklyn, questo è il tratto che ci interessa. Percorri la promenade verso ovest, fino a Battery Park.

Wall Street - Tiffany & Co. building
Wall Street – Tiffany & Co. building

BATTERY PARK

E’ un parco pubblico situato sull’estremità meridionale di Manhattan che si estende per circa 8,5 ettari . Gli scoiattoli in libertà ti accompagneranno fino all’attracco dei traghetti per Liberty ed Ellis Island, rispettivamente la Statua della Libertà ed il Museo dell’Immigrazione, entrambe meritano una visita.

Se vuoi dedicare alla stessa meta un percorso fuori dalla rotta turistica e decisamente bello, attraversa lo splendido Liberty Sate Park nel New Jersey, proprio sull’altra sponda del fiume!

Vista dal Liberty State Park - New Jersey
Vista dal Liberty State Park – New Jersey

VAI ALL’ARTICOLO >>> Percorso alternativo verso la LIBERTA’

INDIRIZZI UTILI:

www.thebattery.org splendide foto!
www.statuecruises.com programmare l’escursione ed acquistare i biglietti on-line.
www.newyorkpass.com Il New York City Pass può essere conveniente, anche se il tuo soggiorno sarà breve!

Financial District
Financial District
New York city in 5 giorni: veduta di Manhattan da Jersey City
New York city in 5 giorni: veduta di Manhattan da Jersey City

DUMBO E BROOKLYN BRIDGE

Uscendo da Battery Park la metro più vicina è “Bowling Green“, da qui prendi in direzione Brooklyn e scendi alla prima fermata, da cui dista pochissimo il quartiere di Dumbo. Ti si aprirà una vista mozzafiato sullo skyline di Manhattan. E’ finalmente il momento di riposarsi un po’…accomodati e goditelo!

Un’oretta prima di ululare per la fame avviati all’imbocco pedonale del ponte e attraversalo, se avrai la fortuna che il sole tramonti lo spettacolo sarà suggestivo.

Verso il ponte di Brooklyn
Verso il ponte di Brooklyn
Dumbo
Dumbo

SOUTH SEAPORT

Sceso dal ponte, sulla sinistra, proprio a ridosso, si apre il quartiere di South Seaport.
E’ qui che ti consiglio di concludere la serata, c’è ampia scelta di pub e locali per cenare. Dall’atmosfera fresca e brillante, l’antico centro portuale egregiamente ristrutturato è incastonato tra i grattacieli del distretto finanziario.

“Fulton Street” è la fermata da cui ripartire per tornare al tuo alloggio.

VAI ALL’ARTICOLO >>> New York sotto i 20 metri

New York city in 5 giorni: South Seaport
New York city in 5 giorni: South Seaport

GIORNO 2

CENTRAL PARK

Il polmone verde della città, tra i parchi più famosi al mondo www.centralparknyc.org .
E’ talmente esteso che la soluzione di spostarsi in bicicletta, ovviamente è possibile noleggiarle, sembra l’ideale per godere a pieno del paesaggio ed avere la libertà di fermasi dove e quando si desidera.
Molti sono i tour organizzati, nel sito trovi dettagli e prezzi, con o senza New York City Pass!
Per i più romantici un giro in barca a remi…

Il museo di storia naturale (www.nyhistory.org) e il Guggenheim (www.guggenheim.org) si trovano rispettivamente ad ovest e ad est del parco.

Central Park
Central Park
New York City in 5 giorni
New York City in 5 giorni

MIDTOWN

Per arrivare a Midtown è interessante camminare, almeno per un tratto, lungo Park Avenue e completare poi il tragitto in metropolitana (oppure l’inverso!), si ha la percezione dell’atmosfera alla “Gossip Girl” che aleggia nell’aria o, per i più vintage come me, vedrai dove abitava “Arnold“!
Una volta scesi alla Grand Central (www.grandcentralterminal.com), la stazione ferroviaria più grande del mondo, avrai di che sbizzarrirti.

Qualunque guida turistica propone itinerari con tappe ai siti di maggior interesse, ecco una lista delle mie preferite :

  • Nazioni Unite
  • Flatiron Building
  • Union Square
  • Empire State Building
  • Time Square e il Theater District
  • Diamond District
  • Radio City Music Hall
  • Rockfeller Center e Top of the Rock
  • Bryant Park
  • New York Public Library
  • Grand Central Terminal
  • Park Avenue
  • Waldorf Astoria
  • Fifth Avenue e Madison Avenue
  • MoMA (Museum of Modern Art)
  • Cattedrale di St. Patrick
Empire State Building
Empire State Building
Midtown
Midtown

BROADWAY O MADISON SQUARE GARDEN

Rimanendo in zona sarà sicuramente bello e divertente concludere la serata assistendo ad uno dei tanti spettacoli di Broadway. Per l’acquisto dei biglietti low cost potete approfittare dei molti last minute ai chioschi nelle strade di Time Square. Oppure consulta il calendario del Madison Square Garden (www.thegarden.com) per un concerto o un evento sportivo a suon di hot dog e beveroni gassati.
Solo il palazzetto merita la visita!

New York city in 5 giorni: Madison Square Garden
New York city in 5 giorni: Madison Square Garden

GIORNO 3

ACQUISTA UN TOUR…di qualità!

Come in molte grandi città, a New York la scelta di acquistare un tour può essere un’esperienza prettamente turistico/commerciale ma valida, per più motivi. Attenzione a chi vi affidate!

>In poche ore è possibile avere il colpo d’occhio di un’area altrimenti estesa e meno agevole da visitare se non con qualcuno del posto.

>Le guide sono genuinamente multilingua, il mio orecchio esigente è stato piacevolmente sorpreso sia dal francese che dall’italiano!

>I mezzi di trasporto utilizzati sono nuovi e dotati di ogni comfort.

Il mio preferito: HARLEM GOSPEL TOUR. La messa gospel è profondamente emozionante. Musica, voci, corpi disinvolti che si muovono su preghiere ritmate da devozione e trasporto, lo stesso che con più pudore mi sentivo crescere dentro.

New York City: Harlem
New York City: Harlem
New York City : Harlem Gospel

L’ESPERIENZA DEL BRUNCH

Al ritorno, in tarda mattinata, ti consiglio di farti lasciare nell’Upper West Side, il quartiere residenziale ad ovest di Central Park.
Data l’ora, soprattutto se avrai scelto il tour della domenica, approfittane per vivere l’esperienza tipica del brunch.

VAI ALL’ARTICOLO >>> Ristoranti a New York…la caraffa dell’acqua ghiacciata

New York City: Brunch - UWS
New York City: Brunch – UWS

CHELSEA – MEATPACKING DISTRICT – GREENWICH E WEST VILLAGE

Mantenendoti sul lato Ovest di Manhattan, scendi in direzione sud.

Raggiungi, magari in taxi, uno dei punti da cui poter salire sulla High Line, il parco sopraelevato della città ricavato dal recupero della vecchia linea ferroviaria. E’ splendido e particolarissimo. Termina all’altezza del Chelsea Market, altro eccellente recupero in stile industriale, da non perdere!!!

Inoltrati ancora più a sud nel Meatpacking District, già dal nome è facile intuire che era il quartiere dei mattatoi, oggi tra i più brillanti e frequentati per la vita notturna insieme al confinante Village.

Le vecchie strutture in mattoncini, anche volutamente fatiscenti all’esterno, nascondono spesso ambienti spettacolari, sono molti i vip che l’hanno scelto per viverci.

New York City: Chelsea Market

CENA

Per concludere la serata puoi optare per un locale della zona, oppure tornare a Midtown per gustare una cena tipica in un pub irlandese….all’americana (le torte sono spettacolari!) o spingerti fino a Dumbo.
Per gli amanti del genere e per i curiosi di nuove atmosfere un concerto al Barge Music con vista su Manhattan.

La fermata più collegata per spostarti dal Village è “Christopher Street”, la strada omonima, parte della comunità gay di New York City, è ricca di negozi di ogni genere, librerie e bar.

New York City: Midtown Manhattan
New York City: Dumbo...sotto il Ponte di Brooklyn
New York City: Dumbo…sotto il Ponte di Brooklyn
New York City: Manhattan Underground
New York City: Manhattan Underground

GIORNO 4

NYC: Oggi si cammina un bel po’ 😉

Raggiungi in metropolitana Williamsburg, a Brooklyn, e da qui parti per un viaggio nel viaggio attraverso i quartieri che raccontano la storia di chi ha vissuto questa città ispirando produzioni artistiche di qualunque natura, dal passato degli immigrati, al rock e la beat generation, fino alle serie tv cult, la moda e le tendenze più attuali.

New York City: Williamsburg
New York City: Williamsburg

WILLIAMSBURG

Capitale di provenienza del popolo Hipster.

Quartiere fucina di idee, prevalentemente studentesco.

Ospita una delle comunità di ebrei-ortodossi hassidici più grandi al mondo.

WILLIAMSBURG BRIDGE: attraversalo a piedi, è più “rude” del famoso vicino ma non teme rivali, bellissimi i graffiti!

VAI ALL’ARTICOLO >>> Street Art a Brooklyn secondo la fotografa Francesca Aucello

EAST VILLAGE

Con l’aiuto di una guida gira tra le strade scassate del quartiere dove la filosofia del cambiamento e della sperimentazione ha ospitato menti brillanti e prodotto veri miti, alcuni nomi: Jim Morrison, Andy Warhol, Led Zeppelin, Patty Smith, Lou Reed, Jack Kerouac, Ramones.

VAI ALL’ARTICOLO >>> East Village

New York City: East village

LES (Lower East Side)

Un tempo quartiere di immigrati, oggi zona trendy.
Visita al Tenement Museum per un’esperienza che ti travolgerà facendoti saltare indietro nel tempo di quasi un secolo!

VAI ALL’ARTICOLO >>> The Tenement Museum

TriBeCa
(Triangle Below Canal-Street)

  • Gallerie d’arte
  • Ristorazione
  • TriBeCa Film Festval in estate.
New York City: TriBeCa

NOLITA

“Decisamente trendy, difficile trovare qualcuno a cui non piaccia. I migliori designers aprono qui i loro negozi, i bar chic abbondano, le sue stradine strette e acciottolate sono deliziose. Eppure la gente che ci vive e la frequenta non è altezzosa e sofisticata come si può immaginare: per capirlo basta fare un giro per i suoi tanti café, dove oltre a un dignitoso espresso, troverete facilmente anche qualcuno con cui scambiare due parole” (cit. Airbnb).

SOHO

Da girare in lungo e in largo!
E’ bello, elegante, architettonicamente tra i più interessanti.

La sua Green Street è il cuore del CAST IRON DISTRICT, dove si trovano 50 edifici costruiti nella seconda metà del 1800 con la facciata in ghisa. Oggi arte industriale, queste facciate venivano prodotte in serie in fonderia.

Gallerie, moda, ristoranti che, come a TriBeCa, sono tra i più ricercati nello stile e nella cucina proposta. I top in questo settore non mancano, magari in locali che visti dalla strada sembrano vecchi magazzini fatiscenti. Sì, perché la filosofia di recupero newyorkese in generale, ma in questa zona in particolare, è di mantenere l’identità originaria dell’area, conservando e reinventando…destinando un vecchio Barber Shop, con tanto d’insegna, alla vendita di vini, perché no?

Una puntatina allo storico Fanelli’s Cafe per una birra prima di scegliere quale esperienza culinaria vivere.

N.B. Esiste una tale varietà di proposte, per tutti i budget, che optare per le grandi catene di fast food o pizze chimiche sarebbe davvero un peccato. Lanciati!

New York City: Soho
New York City: Soho
New York City: Soho

GIORNO 5

BROOKLYN e i suoi quartieri

E’ il più popolato dei 5 borough di New York City, gli altri sono Bronx, Queens, Manhattan e Staten Island. Annessa a New York nel 1898 continua a mantenere una propria particolare identità.
Sono molti i giovani, soprattutto tra i 30 e i 40 anni, spesso con un buon lavoro e famiglia, che la preferiscono a Manhattan: meno cara, meno caotica, vanta alcuni tra i quartieri più cool e in grande fermento.

New York City: Brooklyn
New York City: Brooklyn

CONEY ISLAND

VAI ALL’ARTICOLO >>> Brooklyn…Coney Island

New York City: Coney Island
New York City: Coney Island

PROSPECT PARK – Bellissimo parco poco turistico www.prospectpark.org

PARK SLOPE

Le abitazioni in mattoncini rossi sono perfettamente conservate e chi la popola è “eco-friendly big-city dweller” (cit.).

  • Ristoranti
  • Vita notturna
  • Amato dai newyorkesi
  • Shopping
  • Relax
  • Ben collegato

BROOKLYN HEIGHTS

Quartiere residenziale benestante, belle case tipiche con le scale che salgono alla porta d’ingresso, quello dove vivevano “I Robinson”…te li ricordi?

Stile classico, anche qui i mattoncini la fanno da padrona.

Vista strepitosa su Lower Manhattan!

Manhattan
Manhattan

SE VUOI SAPERNE DI PIU’, ACCEDI ALL’ARCHIVIO COMPLETO U.S.A.

>>> STATI UNITI D’AMERICA <<<