LA GIRONDA INCONTRA L’OCEANO – FRANCIA COSTA ATLANTICA

Francia costa atlantica
Francia costa atlantica

Francia costa atlantica, seguendo il fiume Seudre fino all’estuario della Gironda che si spalanca sull’oceano, ha ritmi lenti, in armonia con l’ambiente vagamente selvaggio.
E’ ancora l’oceano il protagonista delle anime che si riempiono della sua vita, che abitano villaggi dal fascino talmente semplice che strega il cuore.

Le scogliere calcaree di Meschers, il calore dei tramonti di Mornac, la vita degli ostricoltori de La Tremblade, la foresta di pini marittimi che raggiunge la spiaggia ventosa de La Cote Sauvage, l’isola di Oléron, con il suo faro nell’estremità settentrionale, accompagna i navigatori lontani.

FRANCIA COSTA ATLANTICA: LA TREMBLADE

Piccolo villaggio pittoresco della regione Poitou-Charente, dove gli allevamenti di ostriche e cozze sono il cuore dell’industria locale. Qui si possono gustare accomodati in un bel ristorante o lungo i canali, tra le barche, in baracche/chioschi con tovaglietta di carta ed un bicchiere di vino fresco…
E’ particolarmente affascinante ammirarla durante la bassa marea.

Francia costa atlantica: La Tremblade
Francia costa atlantica: La Tremblade
Francia costa atlantica: La Tremblade
Francia costa atlantica: La Tremblade
Francia costa atlantica: La Tremblade, sacchi di ostriche
Francia costa atlantica: La Tremblade, sacchi di ostriche
Francia costa atlantica: La Tremblade, ostriche
Francia costa atlantica: La Tremblade, ostriche
Francia costa atlantica: La Tremblade
Francia costa atlantica: La Tremblade
Francia costa atlantica: La Tremblade, magazzini degli ostricoltori
Francia costa atlantica: La Tremblade, magazzini degli ostricoltori
Francia costa atlantica: La Tremblade
Francia costa atlantica: La Tremblade
Francia costa atlantica: La Tremblade, che bontà!!!
Francia costa atlantica: La Tremblade, che bontà!!!
Francia costa atlantica: La Tremblade
Francia costa atlantica: La Tremblade

FRANCIA COSTA ATLANTICA: MORNAC SUR SEUDRE

Un’area di poco più di 20 chilometri quadrati. ll villaggio tra vicoli e casette caratteristiche ospita artigiani e artisti locali. Ottimamente curato, le capanne degli ostricoltori, le piccole barche lungo il canale e i ristorantini che vi si affacciano raggiungono il massimo della loro bellezza alla luce calda del tramonto. Ha un fascino unico.
www.tourisme-mornac-sur-seudre.fr

Francia costa atlantica: Mornac sur Seudre
Francia costa atlantica: Mornac sur Seudre
Francia costa atlantica: Mornac sur Seudre
Francia costa atlantica: Mornac sur Seudre
Francia, costa atlantica: Mornac sur Seudre
Francia, costa atlantica: Mornac sur Seudre
Francia, costa atlantica: Mornac sur Seudre
Francia, costa atlantica: Mornac sur Seudre

FRANCIA COSTA ATLANTICA: LA COTE SAUVAGE

Si estende dall’area de La Palmyre, a nord di Royan, fino a La Tremblade. Qui l’intensità delle correnti dell’oceano si percepisce davvero (sono pericolose, indispensabili prudenza e conoscenza del sito!), il vento è amico dei surfisti e la foresta di pini marittimi si estende a perdita d’occhio.
La bellezza di quest’area è che riesce a coniugare abbondanza di attrezzature per accogliere i turisti fra Les Mathes e La Palmyre (soprattutto camping) ed una natura dal genuino sapore selvaggio, capace di travolgere con la forza dei suoi elementi.

Francia costa atlantica: La Cote Sauvage
Francia costa atlantica: La Cote Sauvage

Il faro de La Coubre, sulla spiaggia “Banc de la Mouveuse”, e quello di Cordouan, l’ultimo in mare aperto ad essere visitabile, nell’estuario della Gironde, guidano le imbarcazioni lungo questo difficile tratto di costa.
www.la-tremblade.com/fr/le-phare-de-la-coubre
www.phare-de-cordouan.fr

Francia costa atlantica: La Cote Sauvage, il faro de la Coubre
Francia costa atlantica: La Cote Sauvage, il faro de la Coubre
Francia costa atlantica: La Cote Sauvage
Francia costa atlantica: La Cote Sauvage

FRANCIA COSTA ATLANTICA: ISOLA DI OLERON

L’isola più estesa di Francia dopo la Corsica, appena superata la Cote Sauvage, è collegata al continente da un lungo ponte sul fiume Seudre, nei pressi di Marennes. D’inverno conta poche migliaia di abitanti, ma nei mesi estivi si anima incredibilmente. Oltre ai turisti stranieri, è meta amata da bordolesi e parigini.
Da NON perdere sicuramente:

  • Chateau d’Oléron (www.ot-chateau-oleron.fr)
  • Il Porto delle Saline
  • Saint Denis e il Faro di Chassiron
  • Pointe de Gatseau e Le pertuis de Maumusson, l’estremità meridionale dell’isola.
Francia costa atlantica: isola di Oléron, porto delle saline
Francia costa atlantica: isola di Oléron, porto delle saline
Francia costa atlantica: isola di Oléron, porto delle saline
Francia costa atlantica: isola di Oléron, porto delle saline
Francia costa atlantica: isola di Oléron, porto delle saline
Francia costa atlantica: isola di Oléron, porto delle saline
Francia costa atlantica: isola di Oléron
Francia costa atlantica: isola di Oléron
Francia costa atlantica: isola di Oléron
Francia costa atlantica: isola di Oléron
Francia costa atlantica: isola di Oléron
Francia costa atlantica: isola di Oléron
Francia costa atlantica: isola di Oléron, capanne degli artisti
Francia costa atlantica: isola di Oléron, capanne degli artisti
Francia costa atlantica: isola di Oléron, capanne degli artisti
Francia costa atlantica: isola di Oléron, capanne degli artisti
Francia costa atlantica: isola di Oléron, porto ostricolo
Francia costa atlantica: isola di Oléron, porto ostricolo
Francia costa atlantica: isola di Oléron, amore a prima vista!
Francia costa atlantica: isola di Oléron, amore a prima vista!

FRANCIA COSTA ATLANTICA: MESCHERS SUR GIRONDE

Antico villaggio di pescatori sull’estuario del fiume Gironde. Splendide le alte scogliere calcaree che alla luce calda della sera assumono sfumature rosa-arancio. I tramonti qui hanno colori particolarmente intensi.

Francia costa atlantica: Meschers sur Gironde
Francia costa atlantica: Meschers sur Gironde

Le Grotte di Régulus e le Grotte di Matata (www.grottesdematata.com), abitazioni primitive ricavate nelle cavità naturali delle scogliere, oggi sono un museo interessante e curioso, soprattutto per chi acquista la visita guidata notturna con i figuranti che ne simulano la vita dell’epoca. Gli ambienti sono perfettamente arredati.

Il porticciolo ha un’atmosfera rilassata, di chi ama e vive il mare e le barche per scelta, non solo come svago estivo. Ovviamente è possibile mangiare e gustare le ostriche di stagione!

Altra particolarità, in generale della regione ma qui diffusissima, i “CARRELET”, le poetiche palafitte dei pescatori, oggetto curioso e di grande ispirazione.

I CARRELET, le poetiche palafitte dei pescatori
I CARRELET, le poetiche palafitte dei pescatori
I CARRELET, le poetiche palafitte dei pescatori
I CARRELET, le poetiche palafitte dei pescatori
I CARRELET, le poetiche palafitte dei pescatori
I CARRELET, le poetiche palafitte dei pescatori

FRANCIA  COSTA ATLANTICA: TALMONT

A 15 chilometri a sud di Royan, un promontorio roccioso sull’estuario del fiume Gironde, Talmont è stato edificato nel 1284 dal duca di Aquitania. E’ un piccolo borgo pedonale dominato dalla bellissima chiesa di Sainte-Radegonde, da cui ci si abbandona alle onde che si infrangono fragorose nei mesi più freddi.

Francia costa atlantica: Talmont
Francia costa atlantica: Talmont

Le case hanno le facciate bianche o in pietra, gli scuri delle finestre sono blu e le rose, nei piccoli giardini privati o lungo i vicoli, arricchiscono di colore uno dei villaggi più belli e suggestivi di Francia. Qui i segni del vento e del tempo modellano abitudini e scandiscono un presente dal sapore lontano…
www.talmont-sur-gironde.fr

Francia costa atlantica: Talmont
Francia costa atlantica: Talmont
Francia costa atlantica: Talmont
Francia costa atlantica: Talmont
Francia costa atlantica: Talmont
Francia costa atlantica: Talmont
Francia costa atlantica: Talmont
Francia costa atlantica: Talmont

Questi posti spiegano meglio di mille parole l’intento di ESTERofili, raccontare il viaggio nell’intimità delle atmosfere che persone e paesaggi determinano. E’ la voglia di chiudere gli occhi e lasciarsi guidare dall’istinto, affidarsi alle sensazioni che, spesso inspiegabilmente, ci legano ad angoli di mondo dove la ragione non trova compagnia. E’ l’essenza dello spirito del viaggiatore: amare la scoperta per scoprire se stesso.

Quel’è il vostro “inspiegabile angolo di mondo“?

Francia costa atlantica: NOI, isola di Oléron
Francia costa atlantica: NOI, isola di Oléron