IN AUTO DA LISBONA A NAZARE ATMOSFERE ATLANTICHE E ONDE UNICHE

Quando penso a Nazare, un tempo tipico borgo di pescatori sulla costa atlantica portoghese, poco più a nord rispetto alla capitale, la mia mente corre a Sitio, il punto più alto della cittadina, il suo belvedere più bello da cui si apprezza un’ampia vista sulle due anime del luogo: i colori della tradizione, che sa di pesca, ed il surf, entrambe in simbiosi con l’oceano. Partiti da Lisbona di buon’ora, raggiungiamo rapidamente la costa. E’ febbraio, ma il sole scalda come in primavera inoltrata. Le strade sono libere e come mio solito, ogni volta che mi preparo ad un appuntamento con il profondo blu dell’Atlantico, sono scossa da un’elettricità di emozioni, impaziente e perdutamente rapita. A Nazare atmosfere atlantiche e onde uniche si spartiscono democraticamente il territorio, popolano le due immense spiagge separate dalla falesia di 110 metri su cui sorge Sitio, con il fotografatissimo faro Sao Miguel Arcanjo minacciato dalle montagne d’acqua che qui s’impennano poderose, e il culto di Nossa Senhora. Sintesi perfetta.

A Nazare atmosfere atlantiche e onde uniche: Forte Sao Miguel da Praia do Norte
A Nazare atmosfere atlantiche e onde uniche: Forte Sao Miguel da Praia do Norte
A Nazare atmosfere atlantiche e onde uniche: Praia do Norte dal forte Sao Miguel
A Nazare atmosfere atlantiche e onde uniche: Praia do Norte dal forte Sao Miguel

IL VECCHIO BORGO DI PESCATORI

Il vecchio borgo di pescatori è un reticolo di viuzze che degradano verso la grande Praia da Nazare, brulicante di avventori in estate e romanticamente discreta nella bassa stagione. Lungo la passeggiata l’occhio osservatore incontra la soddisfazione di uno spettacolo unico: il rombo delle onde, che si sciolgono in una schiuma frizzante a riva, i tavolini dei ristoranti, che ad ogni ora del giorno profumano l’aria di sapori irresistibili, la falesia imponente e vertiginosa e le donne con indosso la tradizione.

Escono dalle casette colorate del piccolo borgo, o scambiano chiacchiere con altre comari sulla porta d’ingresso. Portano sette gonne, che svelano le ginocchia senza pudore, una sull’altra, il grembiule a coprire, ciabattine nere, un coloratissimo foulard sulle spalle ed orecchini vistosi. Hanno l’aspetto di chi nella vita ha conosciuto la durezza di un’esistenza affidata alla precarietà del mare, all’imprevedibilità della natura. Sette strati, un rimando ipotetico ai giorni di attesa per riabbracciare i mariti di ritorno con le loro barche, forse i sette colori dell’arcobaleno o forse un rito scaramantico. Chissà. Concentrato di fascino perfettamente in sintonia con la storia del luogo, erede di una comunità di pescatori eroici, un po’ come quelli che più a nord, lungo la Costa da Morte galiziana, hanno giocato d’azzardo ogni giorno con la vita.

Il vecchio borgo di pescatori
Il vecchio borgo di pescatori
Il vecchio borgo di pescatori
Il vecchio borgo di pescatori
Il vecchio borgo di pescatori
Il vecchio borgo di pescatori
Il vecchio borgo di pescatori
Il vecchio borgo di pescatori
Il vecchio borgo di pescatori
Il vecchio borgo di pescatori
Il vecchio borgo di pescatori
Il vecchio borgo di pescatori

A NAZARE ATMOSFERE ATLANTICHE E ONDE UNICHE: il Surf

Da Praia da Nazare parte una funicolare che, in tutta comodità, sale velocemente a Sitio. Qui la piazza centrale si allarga al cospetto dell’imponente chiesa di Nossa Senhora da Nazare. Sul lato opposto un minuscolo edificio che, come uno scrigno prezioso, raccoglie la testimonianza di una leggenda. Pare che Dom Fuas Roupinho, caduto in un burrone senza possibilità di salvezza per inseguire un cervo, abbia invocato Nossa Senhora e sia stato ascoltato. Grato per il miracolo ricevuto, fece erigere la Ermida da Memoria, una meravigliosa cappella rivestita internamente di azulejos.

A Nazare atmosfere atlantiche e onde uniche: Nossa Senhora da Nazare
A Nazare atmosfere atlantiche e onde uniche: Nossa Senhora da Nazare
A Nazare atmosfere atlantiche e onde uniche: Ermida da Memoria
A Nazare atmosfere atlantiche e onde uniche: Ermida da Memoria
A Nazare atmosfere atlantiche e onde uniche: Ermida da Memoria
A Nazare atmosfere atlantiche e onde uniche: Ermida da Memoria

Bastano pochi passi e l’oceano freme sotto il forte Sao Miguel Arcanjo. Un rapido sguardo, il vento che attraversa l’anima e l’esuberanza dell’oceano che arriva a benedirci il viso. Praia da Nazare a sinistra, Praia do Norte a destra, dove i surfisti più esperti, più audaci (più folli?) cercano di cavalcare le più grandi onde del pianeta. Un solo euro al forte Sao Miguel Arcanjo, aperto al pubblico tutto l’anno dal 2015, per accedere all’osservatorio, al faro, al Centro Interpretativo del Canyon di Nazare (dove si spiega perché qui si formano onde che superano i 30 metri) e al Surfer Wall. Si tratta di un riconoscimento della città a tutti i surfisti che ogni anno sfidano le onde di Praia do Norte facendo conoscere Nazare in tutto il mondo. Una raccolta di tavole offerte dagli atleti in mostra permanente.

Faro al Forte Sao Miguel
Faro al Forte Sao Miguel
Surfer Wall al Forte Sao Miguel
Surfer Wall al Forte Sao Miguel
Forte Sao Miguel
Forte Sao Miguel

Si dice che in Portogallo le onde non manchino mai. Gli 850 km di costa sabbiosa e i numerosissimi spot a breve distanza gli uni dagli altri sono ideali per chi pratica tutti gli sport d’acqua ma soprattutto il surf, in ogni sua declinazione. La terza settimana di Maggio 2019 a Viana do Castelo si svolgeranno le selezioni per gli europei di surf adattato a cui parteciperà anche la medaglia do bronzo italiana, Massimiliano Mattei, il surfista sdraiato che ho incontrato ed intervistato (per saperne di più >>> articolo) prima che si ritirasse per la preparazione atletica.

L’oceano abbraccia tutti

Massimiliano lo ripete con un misto di gratitudine, speranza, orgoglio. Ed è proprio così. L’oceano è una presenza dominante, è energia che travolge e plasma in un compromesso tra ragione e sentimento. E’ universo di anime diverse, di storie lontane che solo in sua compagnia si incontrano e convivono.

Nazare è l’oceano che ne definisce i limiti e la nutre, è il sole del Portogallo, la discrezione affettuosa e dignitosa dei portoghesi, è colori accesi e sapori semplici che sembrano custodire il segreto della felicità.

 

PER ORGANIZZARE UN WEEK-END DA LISBONA:

*LISBONA NOLEGGIO AUTO SIXT

*DOVE DORMIRE A LISBONA Lisbon Calling Hostel

*DOVE DORMIRE A NAZARE’ HOTEL MAR BRAVO (…poco convincente, ma l’affaccio su Praja da Nazare ripaga!)

*IL NOSTRO TOUR COSTIERO 12 GIORNI IN PORTOGALLO